Un Natale dolceamaro

hollywood

Fra tre giorni torna Sara. Per chi non lo sapesse, Sara è mia figlia. Ha 17 anni. Li ha compiuti negli Stati Uniti, il 17 agosto scorso. Tre giorni prima era volata Oltreoceano per trascorrere un semestre in un liceo americano. Da allora l’ho vista “live” solo due volte, su Skype. Per il resto ci siamo sentite praticamente tutti i giorni via whatsapp. Amo whattsapp. Non saprei come avrei fatto senza. Mi ha permesso di sapere come stava, di dirle che la amavo, di chiederle se tutto andava bene… mi ha permesso anche di aiutarla quando si è presa il mal di gola e il raffreddore o aveva mal di pancia, di mandarle le foto della nostra vita romana senza di lei.

Più di quattro mesi…. sono volati. Stranissimo. Sara ha vissuto in un’altra famiglia, meravigliosa, affettuosissima e piena di attenzioni nei suoi confronti. E’ stata molto fortunata! Ho dialogato costantemente con la sua “mamma adottiva”. Kelly ha provato le mie stesse emozioni e paure: due delle sue tre figlie sono partite per la Spagna un mese dopo l’arrivo di Sara.  Ci siamo confidate e sostenute. Mi ha tenuto al corrente di ogni cosa, dandomi l’impressione di stare lì, accanto alla mia Sarina. Non la ringrazierò mai abbastanza. Anzi, avrò occasione di farlo l’estate prossima: tutta la family sbarcherà per la prima volta in Europa e ovviamente passeranno per Roma, dove avverrà il grande incontro! Sono già emozionata….

Fra qualche giorno la nostra vita riprenderà il suo corso “normale”: Sara ricomincerà a rubarmi i trucchi e le borse, si accapiglierà ogni tanto con suo fratello Leo, mi darà tanti baci e mi risponderà seccata, riprenderemo a guardare insieme Beautiful durante il pranzo (l’ultima stagione – italiana – di Grey’s Anatomy purtroppo finisce il giorno prima del suo arrivo) e la sua stanza tornerà ad essere un casino.

La andremo a prendere all’aeroporto e arriverà con una valigia in più, piena di regali e regalini dalla California…

Purtroppo il nonno Gigi ci ha lasciati pochi giorni fa. Sarina non ha potuto salutarlo per l’ultima volta.

Sarà un Natale dolceamaro 🙁  🙂

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Una risposta a “Un Natale dolceamaro”

  1. valentina stangherlin

    <3

    Rispondi

Lascia un commento