Macca, io in pensione? Sì, ma non adesso

macca

Paul McCartney non ha nessuna intenzione di andare in pensione. Almeno per il momento.

“Ci andrò quando me la sentirò. Ma non oggi”, ha dichiarato il 72enne Macca a Rolling Stone in un’intervista nella quale ha tra l’altro parlato del tour in corso e di come decide la scaletta dei suoi concerti, svelando che ama mescolare il materiale vecchio con quello nuovo per accontentare tutti. “La gente si chiede ma perché lo fai? Bob Dylan non si pone il problema, fa quello che vuole. Io rispondo che capisco, ma mi perseguitano i ricordi dei concerti cui ho assistito e dei dischi che ho comprato. Non voglio che la gente che viene ad ascoltarmi dica ‘siamo venuti per le tue hit e tu suoni questa robaccia!'”.

L’inossidabile ex Beatles – che ho avuto l’onore e il piacere di intervistare nel 2003 (unica giornalista in Italia) in occasione dei suoi concerti al Colosseo e ai Fori Imperiali – ha recentemente ripubblicato in formato app per iPad cinque suoi celebri album pubblicati da solo e con i Wings. Sull’Apple Store sono disponibili nuove versioni di “Band on the Run”, “McCartney”, “McCartney II”, “RAM” e “Wings Over America”, che includono tutti i brani originali e materiale extra con tracce audio rimasterizzate, interviste, foto, cover e backstage.

Sir Paul però ci ha fatto anche preoccupare! A inizio giugno ha ripreso il suo Out There Tour dopo un’improvviso ricovero in un ospedale di Tokyo perché colpito da un brutto virus. Per fortuna il 5 luglio scorso è tornato sul palco, al Times Union Center di Albany, New York. “E’ bello essere qui di nuovo”, ha detto a una folla adorante prima di dare il via a un concerto di tre ore.

Per colpa della malattia è stato necessario annullare alcune date del tour a Lubbock, Dallas, New Orleans, Atlanta, Jacksonville, Nashville e Louisville. Ma i fan del baronetto possono dormire sonni tranquillli: l’inarrestabile Macca le ha già riprogrammate per il prossimo ottobre. La pensione può attendere…

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento