Lelouch, l’amore è la distrazione preferita dell’umanità

lelouch

Un uomo e una donna che si innamorano: non è certo un tema nuovo quello scelto da Claude Lelouch per il suo ultimo film, “Un + Une”, nelle sale francesi il 9 dicembre. Ma non lasciatevi ingannare. Il vecchio Claude riuscirà a stupirci…

E’ passato mezzo secolo dal successo mondiale di “Un uomo, una donna” e stavolta il grande cineasta ha deciso di ambientare la sua storia nel cuore dell’India.

I due personaggi principali sono interpretati da Elsa Zylberstein e Jean Dujardin. Il loro incontro avviene per caso (come in tutti i film di Lelouch, caso e destino sono sempre strettamente connessi) su una spiaggia della Normandia. L’attrazione, il desiderio, la leggerezza, la passione, il senso dell’umorismo, il fato… Scoprono di amarsi, ma sono  legati rispettivamente all’ormai maturo (ma sempre molto charmant) Christophe Lambert e alla giovane Alice Pol. Elsa e Jean vivranno un viaggio iniziatico in India, dove incontreranno una  grande figura spirituale indiana, Amma, fondatrice dell’organizzazione non governativa Embracing the world. Amma è un personaggio reale che nel film ricopre un ruolo assolutamente centrale. Professa la religione dell’amore. Un sentimento di fondamentale importanza in un momento storico come quello che stiamo vivendo,  soprattutto in Francia, dopo i massacri di Parigi. 

“A cinquant’anni da ‘Un uomo e una donna’, ho sentito molto forte l’esigenza di rivisitare il tema dell’amore, la distrazione preferita dell’umanità”, ha raccontato Lelouch in un’intervista. “Attraverso una storia d’amore puoi parlare di tutto, della vita. E’ una metafora che ti permette di parlare del tempo che passa, del presente, del domani. Durante tutta la mia vita l’amore è sempre stato un riparo, ogni volta che ho avuto la fortuna di amare e di essere amato, ho avuto le ali e la mia vita è cambiata”.

Ecco il trailer di “Un + Une”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento