Gone Girl, tra sgozzamenti e pannolini


Quattro settimane per rimettersi in forma dal parto: Rosamunde Pike, eroina del campione di incassi Gone Girl (L’Amore Bugiardo)ha appena messo al mondo il suo secondo figlio ed è già tornata sul red carpet in forma e radiosa come non mai. 
Eccola sorridente al suo arrivo al 26.mo Palm Springs International Film Festival, che si è svolto sabato scorso in California. L’attrice inglese lanciata come Bond Girl in Die Another Day, 35 anni, già mamma di Solo (due anni e mezzo), ha sfoggiato un abito a trapezio di Alexander McQueen, sandali a stiletto firmati da Brian Atwood e labbra rosa acceso.

La Pike, in un’intervista che uscirà sul numero di febbraio Vanity Fair, ha confessato che le riprese di Gone Girl sono state “l’esperienza più faticosa della sua vita”.



“Ho passato più tempo davanti alla macchina da presa in questo film che in tutta la mia carriera”, ha raccontato Rosamunde. La scena in cui la Pike taglia la gola al suo salvatore/rapitore Desi Collings, è stata girata 36 volte, e lei ha dovuto farsi altrettante docce per lavare il sangue finto (ne sono stati usati 450 litri). Pare che il suo personaggio sia ispirato a Carolyn Bessette-Kennedy, moglie di JFK Junior, morta tragicamente in un incidente aereo con il marito e la sorella nel 1999.

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento