Food truck: ecco cosa il film “Chef” non dice sul nuovo business culinario…

E’ appena uscito nelle sale italiane Chef, il divertente film culinario (ormai la cucina è la protagonista indiscussa in tv e non solo) che racconta le gesta dello chef Carl Casper (interpretato da Jon Favreau, attore e regista, autore dei primi due Iron Man), che dopo aver perso il lavoro in un ristorante (il cui proprietario è interpretato da Dustin Hoffman) decide di trasferirsi da Miami a Los Angeles e aprire un chiosco ambulante (nel cast ci sono anche la futura neo-mamma Scarlett Johansson e l’attore più pagato del momento, Robert Downey Jr.).

Quella dei food truck negli Usa non è solo una moda, una tendenza. E’ un vero e proprio fenomeno, tanto a che a Los Angeles si parla addirittura di “food truck revolution”.

Ormai per le strade americane puoi incontrare decine di food truck che offrono piatti di ogni tipo: dal sushi al barbecue brasiliani e texani, salsicce greche, i Banh Mi (panini) vietnamiti, l’halo-halo filippino, i cupcakes, le dosa indiane, e centinaia di altre leccornie. 

Ma mentre nel film di Favreau sembra che mettere su un food truck sia uno scherzetto, la realtà è ben diversa. Ne sa qualcosa la mia amica di una vita nonché collaboratrice fissa di questo blog Debbie Ciardo, grande donna e grande cuoca che vive a Washington. Da  molti mesi sta lavorando al suo nuovo progetto: lanciare un food truck di specialità italiane. Non a caso si chiamerà La Strada, dal celeberrimo capolavoro di Fellini. Nel suo ultimo post potete leggere come sta andando e potete vedere alcune foto dei lavori in corso…. enjoy! Clicca qui !

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento