E’ tempo di uva

foto 1-001 (1)

Non c’è dubbio … tutto ci parla di vendemmia in questo periodo …

foto 2-001

Ma prima che Bacco ci ottenebri ricordiamoci che l’uva è, anzitutto, un frutto di stagione, quindi non aspettiamo Natale per andarcela a comprare da chissà quale angolo del mondo.

foto 3-001

E oggi, con i chicchi più sfortunati, quelli che si staccano dal grappolo e languono per giorni nella busta di carta, destinati a morte quasi certa, prepariamo una torta sana e golosa.

Con 190 gr di farina, 110 di zucchero, 2 uova, 1 tazzina e mezzo (da caffè) di olio di semi, 2 tazzine di latte, 1 bustina di lievito e chicchi d’uva quanto basta, mettiamoci al lavoro.

Lavoriamo la farina con lo zucchero, poi aggiungiamo l’olio, il latte, le uova

foto 4-001

e continuamo a lavorare fino ad avere un composto liscio. Aggiungiamo il lievito in modo uniforme, aggiungiamo i chicchi

foto 5-001

amalgamiamo bene e trasferiamo il tutto in una tortiera tonda (quelle a cerniera vanno benissimo,

ma in mancanza, una tortiera tonda foderata di carta forno). Mettiamo qualche chicco sul composto

foto 6-001

e inforniamo a circa 180° per 40 minuti.

foto 7-001

Cospargiamola di zucchero semolato e via

foto 8-001

va benissimo da sola, oppure accompagnata da un po’ di gelato

foto 9-001

Avevo del gelato al kiwi e ci sta alla grande, ma avevo voglia di giocare e quindi … non vi fate ingannare … i puntini neri non sono tutti del kiwi: ho scovato del tutto casualmente al supermercato dei  semi di chia.

Di che si tratta? Confesso che ho vissuto senza saperlo fino a ieri, ma ad una prima ricerca viene da domandarsi: finora come abbiamo fatto senza???

Non è un caso che non ne sappiamo molto: i semi di chia infatti sono stati ammessi sul mercato europeo come ingrediente alimentare solo nel 2009, ma a quanto pare le sue proprietà benefiche erano ben note anche alla civiltà precolombiane.

I semi di Salvia Hispanica hanno un contenuto di calcio 5 volte superiore a quello del latte (certo difficile bersene un bicchiere!), acidi grassi essenziali omega 3 come se piovesse, eccezionale apporto di vitamina C, ferro e potassio …aminoacidi, antiossidanti. E qui mi fermo, ma un’ultima cosa ve la voglio dire: pare che questi semini magici siano in grado di mantenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue e di contribuire … udite udite … a combattere l’aumento di peso!!!

Beh, non ho altro da aggiungere …

Mangiatevi pure la vostra fetta di torta … e mettete a tacere i sensi di colpa con una manciata di semi di chia!!!

Claudia

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento