Da Albarn a Bacharach, tener-a-mente

C’è tanta musica banale in giro. Sempre di più. Ma fortunatamente ne circola anche di bella. Parlo di quella musica che ha un senso, che ti racconta qualcosa, che ti smuove qualcosa dentro. Che magari ti fa sognare quando sei triste, ti calma quando sei isterico, ti tira su quando sei depresso, o ti risveglia dal tuo torpore esistenziale. Musica fatta da artisti che anche se hanno già venduto milioni di dischi, non si accontentano dei traguardi raggiunti. Vanno avanti. Cercano qualcosa di nuovo. E regalano emozioni inedite ai loro fan. Come… che ne so…. Damon Albarn... Il geniale leader dei Blur e dei Gorillaz, ha realizzato un album nuovo di zecca, Everyday Robots, e … udite udite, lo presenterà il 14 luglio in prima nazionale al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera (Brescia). Albarn, uno dei musicisti più influenti, originali ed eclettici del Regno Unito, è nel ricco cast del Festival del Vittoriale tener-a-mente, partito il 21 giugno scorso con un concerto-evento di Paolo Conte, nella sua unica data italiana, e in corso fino al prossimo 3 agosto.

Damon Albarn

Sul palco, dopo Pat Metheny (22 giugno) e Fiorella Mannoia (2 luglio), sbarcherà anche il grande Albarn (che domani si esibirà a Parigi in un concerto sold out) nella prima delle due date italiane (la seconda alla Cavea dell’Auditorium di Roma, il 15 luglio).

Ma non è tutto: il 18 luglio al Vittoriale arriverà per la prima volta uno dei mostri sacri della musica del Novecento: Burt Bacharach. L’autore di capolavori come Alfie, Raindrops keep fallin on my head, Walk on by e The look of love, ripresenterà al pubblico alcune perle del suo sterminato repertorio. Goduria assicurata, almeno per gli over 50 come me…. Ma sarà un debutto al Vittoriale anche per i The National, una delle formazioni indie rock più solide e interessanti, reduci dalla nomination ai Grammy come best Alternative Album 2013. L’ironica e spiazzante band di Brooklyn guidata dal carismatico Matt Berninger salirà sul palco il 29 luglio (guarda il video di  Sea of Love).

E che dire dei Buena Vista Social Club, che hanno scelto proprio il Festival del Vittoriale (15 luglio) come prima tappa del loro ultimo tour prima dello scioglimento del gruppo? Appuntamento direi imperdibile!

Buena-Vista-Social-Club

Quest’anno il calendario del Festival offre musica e tanto altro ancora (leggi qui). Da segnalare assolutamente la performance di uno degli esponenti più significativi del teatro italiano, Giorgio Albertazzi. A lui il compito di chiudere la rassegna, il 3 agosto, con l’atteso Il Mercante di Venezia. 

Giorgio Albertazzi Mercante di Venezia (1) (1)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento