5 buoni motivi per vedere Big Little Lies

Dopo quattro puntate non si sa ancora chi è morto e chi è l’assassino. Sto parlando di Big Little Lies, l’ottima miniserie HBO che sta appassionando milioni di telespettatori, da noi in onda su Sky Atlantic. Un oscuro omicidio consumato durante una riunione per i genitori nella scuola frequentata dai loro figli, incombe come una gigantesca e minacciosa nube sulla vita di un’intera comunità e sulle storie contorte ma molto comuni di tre giovani e affascinanti donne.

  • La comedy-drama in sette episodi è ambientata a Monterey, in California, un posto da urlo.
  • Le storie di queste tre donne contraddittorie e torturate dal desiderio e dall’invidia, sono raccontate nei minimi dettagli, con crudezza e passione, così che lo spettatore fin da subito non ha altra scelta che innamorarsi di ognuna di loro.
  • Il cast è stellare: due premi Oscar, Nicole Kidman (Celeste, avvocato affermato che ha abbandonato la professione per dedicarsi ai due gemelli e al marito violento e predatore con il quale ha una relazione tossica) e Reese Witherspoon (Madeline, gelosa della nuova compagna dell’ex marito, Bonnie, risposata con ). E poi Shailene Woodley (Jane, appena arrivata a Monterey con il figlio, nato da uno stupro),  Laura Dern (Renata, donna d’affari di successo con una figlia aggredita il primo giorno di scuola, il presunto aggressore sarebbe il figlio di Madeline) e Zoe Kravitz, figlia di Lenny (nei panni della bella e giovane Bonnie, insegnante di yoga e bohemien). Kidman e Witherspoon sono anche produttrici della serie.
  • Le vicende hanno come sfondo sontuose dimore che si affacciano sull’Oceano Pacifico (la casa sulla spiaggia di Reese in realtà si trova a Malibu e vale 14 milioni di dollari, quella di Laura Dern non è da meno) e una natura esplosiva.
  • Musiche eccellenti sottolineano le vicende umane di questo apparentemente perfetto angolo degli Stati Uniti. In realtà la colonna sonora è una vera e propria protagonista della serie. I personaggi saranno anche inquieti e misteriosi, ma hanno  gusti musicali assolutamente perfetti. Attraverso i loro ipod, gli amplificatori nelle loro automobili, gli altoparlanti degli smartphone e gli impianti hi-fi delle loro case, ascoltiamo veramente delle belle cose. Tanto che è proprio oggi esce anche in Italia la soundtrack, che contiene oltre al tema principale firmato da Michael Kiwanuka (“Cold Little Heart”), altri 13 ottimi brani (tra gli artisti presenti, gli Alabama Shakes, Charles Bradley, Leon Bridges, Agnes Obel, i Villagers e Zoe Kravitz).

Basata sul’omonimo romanzo dell’australiana Liane Moriarty, uscito nel 2014, Big Little Lies è stata adattata al piccolo schermo da David E. Kelley (Ally McBealChicago Hope e The Practice) ed è diretta da Jean-Marc Vallée (nomination agli Oscar per Dallas Buyers Club). Fin dai primi minuti si resta ipnotizzati e si avverte una forte tensione. Dalla trama narrativa traspare una violenza sotterranea e una forte frustrazione. E si intuisce subito che le tre protagoniste sono tutte più o meno coinvolte nell’omicidio. Ma bisognerà aspettare l’ultima puntata per conoscere sia il nome di vittima che della colpevole.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest