Addio mio caro, vecchio e amato motorino blu

Nel 1994 comprai da una collega dell’Ansa un Sh 50 blu del 1987. Ogni volta che la incontravo (assai di rado, è andata a vivere a Bruxelles molto tempo fa), non credeva al fatto che ancora lo avessi. Tre anni fa, dopo due piccoli incidenti dovuti alla stronzaggine dei soliti guidatori distratti, ho smesso di usarlo. Di tanto in tanto provavo a vedere se fosse ancora vivo, e con mia grande sorpresa ogni volta si rimetteva in moto come se nulla fosse, come se il tempo non fosse passato. Il mio vecchio, caro motorino blu non mi ha mai delusa: affidabile, motore perfetto, rumore perfetto, sai quel brum brum tondo, caldo, che hanno solo i motorini di una volta…  L’ho sempre tenuto in strada. Un po’ sporco e malconcio, qualche pezzo rotto, un fanalino penzolante, il sellino rinsecchito dal caldo, qualche parte arrugginita, il mio Sh mi ha seguito nei numerosi traslochi in giro per la città. Fedele come pochi. “Ma quanto ti voglio bene!”, pensavo ogni volta che ci passavo davanti, quasi rassicurata dalla sua presenza. Ieri sono uscita di casa per comprare il latte e mi sono accorta di una cosa terribile: mancava la ruota davanti. Lui era lì, accasciato sul marciapiede infuocato, tutto mogio, umiliato dall’orrendo gesto.  

WP_20150720_19_01_26_Pro

Sicuramente gli operai che stanno ristrutturando due appartamenti del mio condominio c’entrano qualcosa. Sì, perché come tristemente sappiamo, ogni volta che ci sono lavori in un condominio, ci sono furti, ormai è dimostrato dai fatti. Ma tant’è….. Ho telefonato a un paio di sfasciacarrozze, pare sia difficilissimo trovare la ruota di quel motorino: ormai non le fanno più con i raggi, è un modello troppo vecchio. Così ora sono angosciata perché con la città che sta per svuotarsi, il mio amato SH blu rischia di perdere altri pezzi. E non lo sopporterei di vederlo ancora mutilato.

Sono molto arrabbiata. Sono molto triste. E’ come un piccolo lutto. Non avrei mai pensato di sentirmi così. Vorrei aggiustarlo, rimetterlo a nuovo, come ho fatto alcune volte in questi 21 anni. Ma poi penso che sarebbe inutile, perché ormai non lo usavo più, ha fatto qualche giretto giusto per far fare un po’ di pratica a mio figlio che sta per prendere il patentino …. Vorrei portarlo in casa, metterlo in salotto, farlo stare al sicuro, e guardarmelo, “viverlo”, non farlo sentire solo. Sono malata?
Oppure devo lasciarlo andare?
Due giorni dopo: L’ho lasciato andare. Mio marito ha chiamato il suo meccanico che con un’Ape l’ha tolto dalla strada per vedere se magari interessa a qualcuno, intero o a pezzi….
Caro Sh blu, quante ne abbiamo viste insieme…. sei stato con me in centinaia di appuntamenti di lavoro e in tanti momenti di divertimento, mi hai portato in giro per Roma con amore e leggerezza. Addio mio adorato Sh
🙁 mi mancherai tanto
:((((((
Tweet about this on TwitterShare on FacebookGoogle+Email to someonePin on Pinterest

Lascia un commento